Boris Baum: “Le autorità esecutive stanno creando grossi problemi al settore del gioco d’azzardo in Ucraina”.

Boris Baum: “Le autorità esecutive stanno creando grossi problemi al settore del gioco d’azzardo in Ucraina”.

Boris Baum, primo vice capo della Commissione per la regolamentazione del gioco d’azzardo e delle lotterie (GRAIL), ha discusso con colleghi ed esperti una serie di importanti questioni riguardanti l’insediamento di questo settore in Ucraina durante una tavola rotonda periodica sullo sviluppo del business del gioco d’azzardo. Secondo lui, ora c’è una situazione in cui c’è una seria minaccia di legalizzazione del gioco d’azzardo sul territorio dello Stato.

È fermamente convinto che le autorità debbano sollevare con urgenza il problema del meccanismo di nomina dei membri del CRAIL. Baum ha sottolineato che il Consiglio dei Ministri avrebbe dovuto bandire un concorso per ricoprire le rispettive posizioni già in estate, ma non l’ha fatto. La ragione principale è stata la riluttanza del Gabinetto ad assumersi la responsabilità di un processo così importante. Pertanto, tale inattività ha creato un problema reale nell’industria del gioco d’azzardo locale. Ora il regolatore può interrompere completamente il suo lavoro perché i suoi membri e il capo della Commissione hanno semplicemente esaurito i contratti e la legge non consente loro di stipularne di nuovi.

“Esiste una sorta di cospirazione contro il mercato del gioco d’azzardo. Si tratta di un problema molto reale. Quindi entro la fine di ottobre potremmo perdere anche il nostro forum. La soluzione è molto semplice: il Consiglio dei Ministri deve indire immediatamente una gara d’appalto e i parlamentari devono votare questa legge il prima possibile, in modo che entri in vigore prima della scadenza dei contratti degli attuali commissari”, ha dichiarato Baum.

Ha anche toccato il tema della tassazione del gioco d’azzardo. Secondo l’esperto, la legge dovrebbe essere approvata in seconda lettura a ottobre. Già dal 1° febbraio 2022 entreranno in vigore le modifiche fiscali che consentiranno di eliminare il triplo pagamento delle licenze per gli operatori.

“Lasciate che il mercato si sviluppi e crei posti di lavoro. Così facendo, apriremo la strada alle aziende straniere, che porteranno a una maggiore concorrenza, a una migliore qualità dei servizi e a un gioco più responsabile”, confida Boris Baum.

Ricordiamo che sta per essere aperto un casinò in un hotel d’élite a Kiev, di fronte alla Verkhovna Rada.

Karl Curtis

Mi chiamo Karl Curtis e sono un analista del gioco d'azzardo, mi occupo di analisi e previsioni da più di 10 anni, scrivo articoli interessanti ed esprimo la mia opinione sulle tendenze del gioco e delle scommesse. Faccio anche recensioni su diversi giochi. Oltre a test di applicazioni, previsioni sportive e molto altro ancora. Leggete il mio blog. Condivido i miei consigli, le mie osservazioni e i miei pensieri.